Nessuna paura è più stupida di quella che ci fa temere di uscire dall’arte che esercitiamo (Umberto Boccioni)

Annunci

Per una oltrefilosofia 2.0

 

 Presentazione libri

“Nuova Oggettività, popolo, partecipazione, destino”,

Galleria l’Universale,

Via Caracciolo 12, 00192, Roma

VENERDì 27 SETTEMBRE 2013, ore 21,00

 

VENGONO PRESENTATI I LIBRI:

 “Per quale motivo Israele può avere 400 testate atomiche e l’Iran nessuna?”

AUTORI VARI, vari curatori, La Carmelina Edizioni, 2013.

“Al di là della destra e della sinistra…”,  AUTORI VARI, a cura di Roby Guerra; la Carmelina edizioni, 2013.

Libro/manifesto,  AUTORI VARI, vari curatori, Heliopolis 2011.

Dialogano:

Vitaldo Conte, Federico Felloni, Roberto Guerra, Matteo Marconi,

presiede e modera: Giovanni Sessa

  

*AA.VV. Al di la della Destra e della Sinistra….

Dopo il Libro Manifesto Nuova Oggettività 

 

“ La Carmelina, 2013”

A cura di Sandro Giovannini e Roby Guerra 

Prefazioni di: Giovanni Sessa, Sandro Giovannini, Roby Guerra, Antonio Saccoccio, Graziano Cecchini, Luigi Tallarico, Zairo Ferrante

“La felicità per gli investimenti nella scuola dimostra una volta in più che l’uomo è l’unico animale capace di servitù volontaria. Neppure i polli di allevamento sono tanto polli da essere felici per le gabbie rinforzate”

(Dalle sentenze proverbiali del MAV)

“Un sindaco deve avere una visione”, ha dichiarato Marino. E per questo che si è “ispirato alle idee di grandi intellettuali, urbanisti e sindaci del passato, come Cederna, Argan e Petroselli”.
Si è ispirato ad Argan! Questa la visione! Questo il futuro per i romani! Argan!
Un futuro fatto di vigliaccheria passatista, marcia museificazione e sottili polveri archeologiche. Questa è la meschina visione di Marino. E Roma langue sempre più sotto la sua lebbra di rovine. Roma, simbolo maggiore di quel passatismo storico, letterario e politico che ha sempre adulterato la vita più originale d’Italia. Lasciamola naufragare definitivamente sotto le “visioni” del nuovo arrivato Marino. Chiudiamola tutta nel trapassato remoto la capitale Roma! facciamola diventare di nuovo l’Urbe di Augusto! Resterà solo ad uso dell’industria dei forestieri, che verranno una volta solo e poi odieranno per sempre la nostra atavica accidia, avida di facili profitti sulla grandezza d’altri tempi.

 

ImageImageImageImage

“Io amo di più la spontaneità libera di un fanciullo che nulla sappia, piuttosto che l’istruzione parolaia e la deformazione intellettuale d’un fanciullo che abbia subito l’educazione odierna”. (Francisco Ferrer y Guardia)

Ennesima uscita e ulteriore invenzione per Roberto Guerra e il suo “Futurismo per la nuova umanità” (Armando editore).
Questa volta il futurista ferrarese sarà di scena con una serie di contributi video ad Ales (Oristano) presso la Biblioteca Gramsciana.

«I futuristi, nel loro campo, nel campo della cultura, sono rivoluzionari; in questo campo, come opera creativa, è probabile che la classe operaia non riuscirà per molto tempo a fare di più di quanto hanno fatto i futuristi». Queste le parole di Antonio Gramsci sul Futurismo.

La Biblioteca Gramsciana Onlus, in collaborazione con l’associazione Fitzcarraldo e la Nur, società per servizi culturali, in occasione del 104° anniversario della pubblicazione del Manifesto Futurista domani pomeriggio alle 19, presso il Museo Cinematografico manderà in scena la videopresentazione di “Futurismo per la nuova umanità” di Roby Guerra.

Saranno coinvolti nella video-presentazione i futuristi contemporanei Graziano Cecchini, Antonio Saccoccio, Riccardo Campa, Vitaldo Conte.