Archivio degli articoli con tag: antonio saccoccio

Per una oltrefilosofia 2.0

 

 Presentazione libri

“Nuova Oggettività, popolo, partecipazione, destino”,

Galleria l’Universale,

Via Caracciolo 12, 00192, Roma

VENERDì 27 SETTEMBRE 2013, ore 21,00

 

VENGONO PRESENTATI I LIBRI:

 “Per quale motivo Israele può avere 400 testate atomiche e l’Iran nessuna?”

AUTORI VARI, vari curatori, La Carmelina Edizioni, 2013.

“Al di là della destra e della sinistra…”,  AUTORI VARI, a cura di Roby Guerra; la Carmelina edizioni, 2013.

Libro/manifesto,  AUTORI VARI, vari curatori, Heliopolis 2011.

Dialogano:

Vitaldo Conte, Federico Felloni, Roberto Guerra, Matteo Marconi,

presiede e modera: Giovanni Sessa

  

*AA.VV. Al di la della Destra e della Sinistra….

Dopo il Libro Manifesto Nuova Oggettività 

 

“ La Carmelina, 2013”

A cura di Sandro Giovannini e Roby Guerra 

Prefazioni di: Giovanni Sessa, Sandro Giovannini, Roby Guerra, Antonio Saccoccio, Graziano Cecchini, Luigi Tallarico, Zairo Ferrante

 

ImageImageImageImage

Ennesima uscita e ulteriore invenzione per Roberto Guerra e il suo “Futurismo per la nuova umanità” (Armando editore).
Questa volta il futurista ferrarese sarà di scena con una serie di contributi video ad Ales (Oristano) presso la Biblioteca Gramsciana.

«I futuristi, nel loro campo, nel campo della cultura, sono rivoluzionari; in questo campo, come opera creativa, è probabile che la classe operaia non riuscirà per molto tempo a fare di più di quanto hanno fatto i futuristi». Queste le parole di Antonio Gramsci sul Futurismo.

La Biblioteca Gramsciana Onlus, in collaborazione con l’associazione Fitzcarraldo e la Nur, società per servizi culturali, in occasione del 104° anniversario della pubblicazione del Manifesto Futurista domani pomeriggio alle 19, presso il Museo Cinematografico manderà in scena la videopresentazione di “Futurismo per la nuova umanità” di Roby Guerra.

Saranno coinvolti nella video-presentazione i futuristi contemporanei Graziano Cecchini, Antonio Saccoccio, Riccardo Campa, Vitaldo Conte.

 

 

Image

Relatori da tutto il mondo a Cáceres (Spagna), dal 22 al 24 novembre 2012, per il Coloquio internacional “Lejos es aquí / Far Away Is Here“, simposio dedicato al rapporto tra scrittura e migrazioni che avrà luogo presso la facoltà di Filosofia e Lettere dell’Universidad de Extremadura.

Tra i tanti interventi, Antonio Saccoccio porterà all’attenzione del pubblico un Marinetti nei panni, per molti inediti, del “patriota cosmopolita”. Se è noto, infatti, il patriottismo/nazionalismo di Marinetti, spesso viene oscurato l’altro lato della sua personalità intellettuale: l’apertura cosmopolita che caratterizzò tutta la vita del fondatore del Futurismo, dalla giovinezza in Africa, agli anni trascorsi tra Italia e Francia, ai viaggi in tutto il mondo.

Interverranno i seguenti studiosi:

Franca Sinopoli (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”)

Mario Faraone (Christopher Isherwood Foundation, Los Angeles)

Alberto Lena (Universidad de Valladolid)

Elena Rodríguez Murphy (Universidad de Salamanca)

Luis Girón (Universidad de Extremadura)

Fredrik Olsson (Göteborgs Universitet)

Pauline Berlage (Université de Tours)

William Boelhower (Louisiana State University)

Sara Velázquez García (Universidad de Salamanca)

Flavia Cartoni (Universidad de Castilla-La Mancha)

Sara Bernechea Navarro (Universidad de Santiago de Compostela)

Piera Carroli (Australian National University)

F. César Gutiérrez (Universidad de León)

Ursula Mathis-Moser (University of Innsbruck)

Carmen Mata Barreiro (Universidad Autónoma de Madrid)

Christoph Ehlers (Universidad de Sevilla)

Javier Martos (Universidad de Sevilla)

Silvia Herce Pagliai (Universidad de Sevilla)

Ana Ruiz (Universidad Autónoma de Madrid)

Laura Nieddu (Université Paris Ouest Nanterre La Défense)

Daragh O’Connell (University College Cork)

Trinidad Durán (Universidad de Salamanca)

Leonarda Trapassi (Universidad de Sevilla)

Teresa Seruya (Universidade de Lisboa)

Dagmar Vandebosch (Universidad de Lovaina)

Paola Di Cori (Università di Urbino)

Guadalupe Gerardi Arauz (University College London)

Manuela Carvalho (Universidade de Lisboa)

Mª Jesús Fernández (Universidad de Extremadura)

Ana Filipa Prata (Universidade de Lisboa)

Antonio Saccoccio (Università Tor Vergata, Roma)

Joseph Ballan (The University of Copenhagen)

Ana Acuña Trabazo (Universidad de Vigo)

David Matías Marcos (Universidad de Extremadura)

Beatriz Calvo Martín (Université Libre de Bruxelles)

Mariama Ifode (Oxford University)

María Luisa Domínguez (Universidad de Sevilla)

Carmine Chiellino (Universität Augsburg)

Venerdì 26 ottobre 2012, alle ore 16.30, in occasione della NeXT Fest in programma al Centro Culturale Elsa Morante di Roma, Marco Rossi Lecce e Antonio Saccoccio presenteranno, con il coordinamento di Sandro Battisti, il video-documentario Sulle tracce del Futurismo, con testimonianze video degli ultimi futuristi. E’ prevista la proiezione di diverse sezioni del documentario, nato da un’idea di Marco Rossi Lecce e realizzato nel 2009 con il contributo critico di Enrico Crispolti e la partecipazione del Comune di Roma. Il video, inizialmente girato in video-tape bianco e nero, mezzo pollice, tra il 1979 e il 1980, è stato riversato in seguito su digital Beta. Le testimonianze dei futuristi intervistati (tra cui Tullio Crali, Giuseppe Sprovieri, Giannina Censi, etc.) saranno commentate dallo stesso Rossi Lecce, che tra l’altro è legato da parentela con il pittore futurista Carlo Erba, e da Antonio Saccoccio, che da diversi anni propone una revisione critica e un aggiornamento di alcuni aspetti decisivi della poetica futurista. Sarà l’occasione per discutere della scultura,  della poesia, della danza e dell’intera ideologia che animò la prima avanguardia europea. Nell’ultima parte dell’incontro verranno illustrati i legami tra il Futurismo e alcune poetiche contemporanee.

26 Ottobre 2012

 Ore 16.00

Conferenza stampa

Ore 16.45 – Radici 1

L’esperienza delle Avanguardie: una testimonianza video degli ultimi Futuristi

Con Marco Rossi Lecce e Antonio Saccoccio

Ore 17.45

Presentazione nuovo Podcast connettivista

Con Simone PizziGabriele Calarco e Sandro Battisti

Ore 18.00

Presentazione libri

“Sentieri di notte” di Giovanni Agnoloni – Galaad Edizioni – con Francesco Verso e l’autore

“Olonomico” di Sandro Battisti –  CiEsse Edizioni – con Luigi Milani e l’autore

“Notturno alieno” di Gian Filippo Pizzo – Bietti – con il curatore

Ore 20.15

Rinfresco

Ore 21.45

Performance – Reading

A cura dei connettivisti

L’ennesimo testo disorientante e contaminante esce fuori in piena estate dai tipi dell’editore siciliano Gepas. Si tratta di Pulsional TransArt, quasi un secondo tempo di Pulsional Gender Art di Vitaldo Conte (Avanguardia 21, 2011). La copertina, dal rosso intenso e perturbante, presenta in bella mostra il ricco menu del volume: testi, interviste, documenti, attraversamenti editoriali e persino “transiti web”. Non c’è da annoiarsi un attimo consultando questa agile pubblicazione scritta a 11 mani (e chissà se è solo un caso ritrovare qui le due cifre tanto care all’avanguardia italiana… ). Si delinea, in una linea assolutamente alternativa a quella dell’ormai esangue circuito dell’arte istituzionale, quella che può essere l’eredità delle migliori esperienze dell’avanguardia internazionale. TransArt, oltre-arte, Altre Sintesi sono alcune delle password per provare ad avvicinarsi a zone espressive ai più ancora poco note, ma già ampiamente battute da chi mantiene contatti vivi con la complessità della realtà contemporanea. Tra neotribalismo, mutazioni, visioni transgender e cybersex, avanguardie calde, recuperi sciamanici, rituali e bodyartistici, maschere virtuali: la visione di una contemporaneità schiava dei meccanismi utilitaristici più beceri viene abbandonata in favore di una nuova sensibilità basata sul richiamo all’autenticità espressiva e sul piacere tutto pulsionale della festosa rivolta collettiva.

AA. VV., Pulsional TransArt, Gepas Edizioni, 2012
Contributi di Michele Romano, Antonio Saccoccio, Giovanni Sessa; intervista a Vitaldo Conte di Marco Fioramanti; transiti web: Stefano Balice, Simona Di Bella, Roberto Guerra; documenti: Maria Gabriella Adamo, Carmelo Strano; attraversamenti editoriali: Orazio Parisi

 Domenica 4 marzo alle ore 17.30 presso la Sala dei Sigilli del Forte Sangallo di Nettuno (Roma) Vitaldo Conte e Antonio Saccoccio presenteranno il libro Pulsional Gender Art dello stesso Conte, edito da Avanguardia 21 Edizioni. La presentazione sarà parte dell’evento ipermediale “Donna-Arte Oggi in Lussuria Futurista e CyberSex”, in cui Conte, critico d’arte e saggista, e Saccoccio, oltre-artista net.futurista e editore, proporranno una nuova linea per l’avanguardia calda contemporanea, illustrando un percorso teorico-creativo lungo un secolo: dai futuristi F. T. Marinetti, Valentine de Saint-Point e Italo Tavolato ai creativi totali contemporanei: la punk-anarco-situazionista Helena Velena e il suo transgender cybersex, la popstar transgender Laika Facsimile e i suoi videoclip estremi taggati MAV (Movimento per l’Arte Vaporizzata), il cyber-supereroe Vitaldix con T-Rose (Laura Baldieri, Tiziana Pertoso), il postfuturista Roberto Guerra con il suo Moana Lisa Cyberpunk. Conclude l’evento Ugo Magnanti con l’appendice “Tra guanto bianco e mutilata rosa”. Coordina Eugenio Bartolini.